Shved è sontuoso, Milano si perde alla distanza

Milano perde la terza partita consecutiva in EuroLeague inchinandosi a uno Shved magistrale e a un Khimki che esce alla distanza dopo un primo tempo non certo esaltante. I milanesi palesano ancora limiti offensivi spaventosi e soffrono tremendamente in fase difensiva, anche se contro questa versione del numero 1 in maglia Khimki è praticamente impossibile giocare. Emblematico il secondo tempo dei padroni di casa, i quali si affidano troppo alla soluzione da oltre l’arco e smettono di servire sotto canestro una coppia di lunghi che avrebbe fatto decisamente più male se solo fosse stata messa in condizione di farlo. Da segnalare l’exploit di Andrey Zubkov, autore del career-high in EuroLeague con 15 punti e di una perfect storm che ha dell’incredibile.

AX OLIMPIA MILANO KHIMKI MOSCA
71
77

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

8 – I punti realizzati da Jordan Theodore nel primo quarto della sfida. Il playmaker biancorosso è devastante nelle scelte offensive, sfruttando al meglio ogni possibilità di andare 1vs1 contro un Jenkins non certo fulmine di guerra come ai bei tempi e contro una difesa russa che gli permette sfuriate offensive insperate, forse per preoccuparsi troppo di cosa potrebbe succedere nel pitturato con i lunghi milanesi. La prestazione di Theodore è sontuosa a 360°, non solo per una gran fase difensiva (in cui smazza anche 3 assist per i compagni): a rimbalzo è sempre presente, in fase difensiva lascia a Kalnietis (poi Jerrells) e Tarczewski il compito di tenere al meglio Shved ma non soffre con il matchup e porta a casa due recuperi, il secondo dei quali lancia Gudaitis a inchiodare per il 24-12 con cui si chiude la prima frazione. L’ex-Banvit gioca così un primo quarto da vero leader offensivo di una squadra che ringrazia sicuramente lo 0/8 da tre punti dei russi, ma che non forza praticamente nulla e vola sul +12 con autorità dopo 10′ di gioco.

18.2 – La percentuale da tre punti del Khimki nel primo tempo, frutto di moltissimi errori su tiri costruiti ottimamente, specie da Shved. Questa è probabilmente la statistica che più penalizza gli ospiti, perché la squadra di coach Bartzokas costruisce al meglio la soluzione da oltre l’arco sfruttando i raddoppi sistematici sul funambolo in maglia numero 1, salvo poi vanificare tutto in conclusione dell’azione. Gli unici a realizzare canestri da tre sono Shved – per l’appunto – e un Zubkov devastante nella seconda frazione e go-to-guy inaspettato nel momento in cui i russi provano a rientrare salvo poi essere nuovamente distanziati dalle giocate di un Theodore sublime. Non che Milano faccia molto meglio (3/12), ma è innegabile come la qualità dei tiri presi dagli ospiti sia decisamente buona, a fronte di un non altrettanto buona sorte in fase di realizzazione.

7 – I recuperi difensivi dell’Olimpia nei primi 20′. Mai, in stagione, Milano aveva messo a referto così tanti recuperi in una singola partita, ma oltre al mero dato statistico va analizzato come tali “furti” maturano. I biancorossi scelgono difensivamente di raddoppiare su Shved ma il lavoro di Kalnietis, di qualche lungo e di Theodore in fase difensiva è encomiabile quando si tratta di leggere al meglio i movimenti spalle a canestro dei russi e a correre veloce in transizione o contropiede. Infatti, sono ben 11 i punti segnati dopo turnover del Khimki (contro i soli 2 dei russi, che mettono a referto altrettanti recuperi in tutto il primo tempo a fronte di ben 8 perse). Contenere i turnover e portare a casa recuperi che generano punti veloci si conferma una chiave essenziale per vincere partite in una competizione come la EuroLeague e finalmente a Milano cominciano a vedersi sistematicità in fase difensiva – a difesa schierata, beninteso – come non se ne vedevano da anni (la gestione Banchi ricorda qualcosa?).

5 – Le perse dei biancorossi solamente nella terza frazione, a fronte di 4 recuperi difensivi del Khimki che fruttano ben 11 punti grazie a comodi contropiedi in Shved dipinge arcobaleni per i compagni completamente liberi di portare a casa punti. Nella terza frazione al Forum si rivivono gli incubi di una Milano che smette di cercarsi in fase offensiva per fermare il possesso nelle mani del duo Theodore-Jerrells, dovendo poi forzare la penetrazione. Proprio le forzature, però, portano a turnover che la difesa russa – decisamente salita di colpi dopo un primo tempo non certo esaltante – tramuta rapidamente in contropiedi ottimali. Il problema è che le perse biancorosse danno ulteriore fiducia a uno Shved che nel terzo quarto comincia anche a martellare dalla distanza per permettere ai russi di trovare il primo vantaggio in tutto il match sul 51-52 dopo 27 minuti e mezzo di partita (prima della successiva tripla che darà il massimo vantaggio ai russi sul +4).

1 – Il solo giocatore per cui vale la pena pagare qualsiasi biglietto, a qualsiasi costo. Trattasi di Alexey Shved, un principe della pallacanestro capace di realizzare movimenti, passaggi e canestri che per il 70% dei giocatori presenti in EuroLeague – con tutto il rispetto – sono semplicemente impensabili, nemmeno irrealizzabili. Fondamentale nei parziali con cui i russi prima recuperano lo svantaggio maturato nel primo tempo e poi prendono il largo per portare a casa la settima vittoria stagionale; tanto elegante quanto efficace quando decide di mandare via tutti i compagni e giocarsi i possessi in isolamento per sparare da oltre 8 metri e trovare solamente il rumore, dolce, del cotone. Il dubbio di inizio anno riguardava la sua capacità di compendiare statistiche personali e risultati di squadra: per ora sembra riuscire a farlo senza alcun problema, considerando che è il miglior realizzatore della competizione e che il Khimki veleggia tranquillamente nelle zone nobili della provvisoria classifica con un record di 7-4.

Photo Credits: Stefano Gariboldi (qui la sua pagina Facebook)

@ Mediolanum Forum – Assago (MI)
TABELLINO COMPLETO

OLIMPIA NUMERI DELLA PARTITA KHIMKI
17 – Jerrells  PUNTI Shved – 29
5 – Tarczewski  RIMBALZI Honeycutt – 7
 8 – Theodore ASSIST Shved 4
 1 – tre giocatori  STOPPATE – 0
 22 – Theodore  VALUTAZIONE Shved – 35
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...