Trento è favolosa, Milano saluta l’Eurocup

Ritorno dei Quarti di Finale di Eurocup con Milano che affronta il derby italico contro Trento non potendo contare su Andrea Cinciarini (trauma distorsivo al piede diestro), mentre i trentini devono fare a meno di Sanders, fermato dall’infortunio alla caviglia patito all’andata. Trento gioca un match spettacolare, punendo ogni errore difensivo di Milano e trovando una fluidità in fase offensiva che farebbe spavento anche a uno dei migliori team di Euroleague. Difficile dire se i demeriti di Milano siano fondamentali per il livello tenuto dagli ospiti nell’arco di tutto il match, ma sicuramente i biancorossi di stasera pagano l’assenza di un centro che possa stare a questi livelli e la mancanza di chiare idee in fase offensiva, con un Kalnietis spento come poche altre volte in carriera e un Gentile che definire negativo sarebbe dire poco.

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO DOLOMITI ENERGIA TRENTO
79
92

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

81 – La percentuale da due punti con cui Trento chiude il primo quarto, trovando giocate spettacolari come l’alley-oop di Poeta per Lockett o i rimorchi di Pascolo dopo che Wright aveva lavorato bene in post basso. Milano soffre molto l’estro di Poeta in cabina di regia e non riesce nemmeno a contenere le entrate dei vari Sutton, Flaccadori e Lockett. Il problema, per i biancorossi è che oltre a concedere abbastanza in fase difensiva non trovano nemmeno ritmo al tiro pesante (0/5 nella frazione) e nel pick&roll, con un Kalnietis molto sottotono negli 8′ in cui resta in campo.

10 – I punti di Milan Macvan all’intervallo, con il serbo unico giocatore di Milano in grado di mettere in difficoltà Trento in post e a rimbalzo offensivo; Macvan è il giocatore che cerca di far riavvicinare i biancorossi, ma la difesa fa acqua da più parti e gli esterni di Trento si alternano alla coppia Pascolo-Wright nel trovare facili soluzioni offensive che portano spesso a tiri non contestati o a penetrazioni in cui dopo il primo uomo battuto non vi è mai aiuto. Vederlo chiedere l’aiuto del pubblico è sempre uno spettacolo, ma il primo tempo milanese non avrebbe avuto un esito migliore nemmeno se si fosse giocato ad O.A.K.A.

8  I tiri sbagliati da Alessandro Gentile nei primi tre quarti di gioco, con un indicile 0/6 da tre punti che in parte ha condannato i sogni di gloria milanesi; il capitano dell’Olimpia si è trovato a dover portar palla in più occasioni, ma ha sempre fermato troppo il possesso bruciando secondi preziosi in ogni azione e non è riuscito a sfruttare la sua fisicità per battere il diretto marcatore, incaponendosi con triple e tiri dalla media che, stasera, non entravano proprio. Il Forum se ne accorge e, ancora una volta, lo indica come responsabile degli errori biancorossi, ma con tutta probabilità la colpa non può sempre essere di un unico giocatore, per quanto la prestazione di Gentile stasera sia stata “irritante”.

-21 – Il plus/minus di Kruno Simon, autore di una prova degna ma non devastante come ci aveva ben abituato nell’ultimo periodo precedente alla tonsillite; il croato cerca di tenere Milano a contatto con le sue classiche giocate in post e provandoci anche dalla lunga distanza, ma finisce a piedi uniti nella debacle milanese quando Trento piazza la spallata decisiva. Impressionante la statistica, perché solitamente è con Simon in campo che l’Olimpia riesce a trovare parziali importanti, mentre stasera il dato può essere ben interpretato come lo specchio di una disfatta totale dei milanesi.

20  I punti realizzati da Sutton, vero mattatore del match a 360° e autore di una prova incredibile; oltre alla produzione personale, colleziona 3 rubate e 7 assistenze per i compagni, risultando essere il go-to-guy dei trentini quando Wright commette il suo quarto fallo a inizio ripresa. Emblematico, poi, come il parziale degli ospiti arrivi proprio quando il centro titolare è in panchina e Lechthaler si trova a dominare sotto i tabelloni contro un Barac impresentabile.

@Medionalum Forum – Assago (MI)

TABELLINO COMPLETO

MILANO I NUMERI DELLA PARTITA TRENTO
14 – Simon PUNTI Sutton – 20
12 – McLean RIMBALZI Sutton – 8
– Macvan ASSIST Sutton – 7
23 – McLean VALUTAZIONE Sutton – 34
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...