Milano è uno spettacolo: Sassari demolita

Primo match del 2016 per l’Olimpia, in quello che ormai è diventato un Classico della pallacanestro italiana contemporanea (almeno a detta di tutti gli organi di informazione, sic!), se non altro considerando gli ultimi trascorsi tra Campionato, Coppa Italia e Supercoppa. I biancorossi mettono il primo mattoncino della vendetta sportiva verso Sassari, per vendicare la scorsa stagione: un dominio assoluto, contro una Dinamo troppo brutta per essere vera, ma comunque un dominio. Probabilmente, una lezione di pallacanestro a un ambiente che, dopo il triplete italico della scorsa stagione, dovrebbe rivedere la propria caratura italiana e non montarsi troppo la testa.

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO BANCO DI SARDEGNA SASSARI
87
50

I 5 NUMERI DELLA SFIDA

7 – I rimbalzi offensivi conquistati da Milano nel primo quarto, contro il solo portato a casa da Sassari, peraltro proprio allo scadere della prima frazione con Sacchetti. Eppure l’Olimpia non riesce a sfruttare gli extra-possessi garantiti dai rimbalzi offensivi, tirando con un 6/21 dal campo (e 0/6 da 3 punti di squadra), e a indirizzare il match nonostante gli ospiti fatichino molto più del solito a trovare continuità nel gioco in post e nel pick&roll. Il parziale di 16-10 in favore dei biancorossi, con cui si chiudono i primi 10 minuti di partita, testimoniano una difesa arcigna milanese e molte difficoltà offensive da parte dei sardi.

20 – I punti realizzati nella prima metà di partita da Sassari, equamente divisi nei primi due quarti di gioco: una statistica incredibile, che trova probabilmente due spiegazioni fondamentali: 1) la difesa di Milano è così devastante che porta i sardi a commettere errori banali (11 perse), quasi da mini-basket (pensate solamente alla rimessa a metà campo direttamente nelle mani di McLean, che si invola libero a schiacciare dopo il regalo); 2) la circolazione di palla e gli schemi offensivi degli ospiti non trovano praticamente mai degna conclusione, quasi a poter dire che il primo tempo del Banco è un qualcosa di inguardabile.

7 – Gli assist smazzati da Lafayette, finalmente determinante nelle giocate milanesi e non più unicamente “bombardiere” o “cannoniere a salve”, per usare due paragoni di derivazione militaristica. L’ex-Olympiacos è dominante in cabina di regia, specialmente quando riesce a trovare McLean come rifinitore, e si gasa nel cercare praticamente tutti i compagni durante il match. Quando gioca così impersona tutto ciò di cui ha bisogno Milano, e non posso fare altro che riconoscerlo.

20 – Le perse complessive di Sassari, numero che spiega (almeno in parte) la completa dèbacle della serata; gli ospiti non riescono praticamente mai a trovare continuità e prendono una “scoppola” che si ricorderanno per tanto tempo. Certo, Milano gioca una partita strepitosa, specialmente per intensità difensiva, eppure il divario finale non si spiega unicamente con il merito da assegnare alla prestazione dei padroni di casa (che chiudono con il da 2 punti e il da 3). I sardi non giocano manco da squadra degna della Serie A, perché le perse viste stasera sono davvero un insulto al gioco della pallacanestro.

19 – I punti realizzati da Jamel McLean, sempre più fondamentale nelle rotazioni biancorosse e sempre più go-to-guy nei minuti in cui tiene il parquet. Devastante in ogni aspetto del gioco, spina nel fianco della difesa sarda e “uomo ovunque” a rimbalzo: tutto questo è il lungo ex-Berlino, che si prende anche la palma di showman chiudendo un alley-oop clamoroso nel 3° quarto. In molti, appena dopo il suo arrivo in maglia Olimpia, storsero il naso, ma ora l’evidenza dei fatti rende chiaro chi sia il vero colpo del mercato estivo milanese.

@Mediolanum Forum – Assago (MI)

TABELLINO COMPLETO

MILANO I NUMERI DELLA PARTITA SASSARI
19 – McLean PUNTI Stipcevic, Varnado – 11
6 – Macvan RIMBALZI Varnado – 10
– Lafayette ASSIST Haynes – 5
25 – McLean VALUTAZIONE Varnado – 14
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...